Progetto "I custodi di Terra"

Il progetto "I custodi di Terra" nasce dall'unione di una richiesta esplicita di nostro figlio: "Voglio una scuola che mi ricordi chi sono" e dal percorso di trasformazione interiore mio e di mia moglie.
L'idea di nostro figlio ci è arrivata subito chiara: La necessità di crescere insieme ad altri bambini non solo esteriormente ma anche interiormente. Pur essendoci scuole molto valide, come ad esempio quella Waldorf, che considerano l' insieme mente-corpo-spirito del bambino, abbiamo riscontrato la mancanza di un contatto più profondo con il suo mondo interiore. Naturalmente, non ci riferiamo solo alla sfera spirituale che di per se ha la sua notevole importanza, ma riteniamo fondamentale non trascurare l'aspetto emotivo, quello comportamentale, nonché quello più importante, il rapporto con se stessi.
Per questo i valori sui quali fonda le radici il progetto "I custodi di Terra" sono trasmettere ai bambini gli strumenti necessari per vivere in modo equilibrato e in armonia con se stessi.
Affinché questo sia possibile il bambino verrà aiutato e sostenuto per comprendere come affrontare i propri conflitti, come fare auto-osservazione, come risolvere i problemi attraverso la presa di coscienza delle proprie responsabilità ed a trarre insegnamento da ogni esperienza, che riassumendo potremmo tradurre con vivere il mondo partendo dal proprio centro.
Questo nuovo approccio educativo si andrà ad unire alle materie principali, che verranno vissute il più possibile nella pratica e nella sperimentazione. Avremo così una vera e propria fusione tra apprendimento alla vita e apprendimento intellettuale.
Per quanto l'universo dell'educazione stia crescendo molto dal punto di vista dell'approccio con il bambino e la neuroeducazione ne è una prova, l'educazione non va considerata come una semplice professione ma è necessario riconoscere che le persone che intraprendono questo percorso, prima di essere educatori, sono esseri umani e come tali, senza giudizio, abbiano i loro atteggiamenti e conflitti irrisolti, che influenzeranno il loro contatto con i bambini.
Proprio per questo tutto gli educatori parteciperanno ad un corso di formazione "Educo-io" che darloro gli strumenti per risolvere i propri conflitti e atteggiamenti così da essere più integri e trasparenti nel loro trasmettere, ma anche verso se stessi. Questo percorso di formazione è aperto anche ai genitori, che fuori dalla scuola rivestono naturalmente il ruolo di educatori.

Principi della scuola

APPROCCIO AL BAMBINO:

Riconosciamo il bambino come una persona in crescita, un essere umano che come tale non si limita solo a giocare e studiare, ma che ha bisogno di conoscere se stesso, di scoprire l'universo di dentro se e il suo potenziale. Nella nostra scuola attraverso il gioco e l'insegnamento guideremo il bambino ad imparare a risolvere i propri conflitti, ad elevarsi al di sopra delle proprie emozioni e a perseguire la ricerca della comprensione e della verità. Crediamo fortemente che questi siano gli elementi per realizzarsi nella propria vita e per questo ne facciamo le basi su cui si fonda la nostra scuola.

 

ASCOLTO E COMPRENSIONE:

Trasmettiamo l'importanza dell'osservazione, dell'ascolto e della comprensione di ciò che viene detto con una ricerca della verità, senza dare niente per scontato ne per chi parla, ne per chi ascolta. Inoltre l'ascolto sara attivo e quindi non ci saranno verità intoccabili, da accettare in silenzio, ma possibilità che verranno accolte per essere comprese al meglio e alle quali, successivamente, si potrà portare miglioramento o semplicemente la proprio visione, rendendo ogni conversazione una collaborazione che permette di crescere insieme.

 

CONDIVISIONE E COLLABORAZIONE:

Nella nostra scuola proponiamo un ambiente inclusivo dove bambini di eta diversa, compresa tra 4 e 10 anni, si troveranno a condividere gli stessi spazi, cosi da promuovere e favorire la condivisione, la collaborazione e la responsabilità nelle varie fasce di crescita. Crediamo nella scelta delle classi miste, perché questo permette ai bambini di arricchirsi a vicenda e trasmette loro valori importanti come la cooperazione tra grandi e piccoli e il buon esempio verso chi ha meno esperienza di noi quindi elementi importanti che fortificano la fiducia in loro stessi. Lasciamo comunque spazio alla naturale propensione di ognuno di loro, che in base alla capacita e interesse personali, trova il proprio valore e posto nel gruppo-societa.

PRINCIPIO DI INCLUSIONE:

Per dare spazio alla personale libertà di ogni bambino, inteso come essere unico ed irripetibile, ed al suo innato istinto nel sentire cosa includere (cioè portare dentro di se) rispetto a ciò che lo circonda, il bambino non sara obbligato a seguire laboratori o esperienze programmate che non siano totalmente affini con le sue necessita. Seguendo il principio di inclusione, il bambino che deciderà di non partecipare alle attività non verrà assolutamente escluso o non considerato ma verrà ascoltato e avrà spazio per fare altro a lui più attinente.

LEZIONI BASATE SULLA PRATICA:

“I bambini imparano facendo” Infatti nella maggior parte dei casi l'apprendimento sara affrontato in modo pratico e concreto, attraverso esperienze attive e significative, permettendo ai bambini di interagire in maniera vivace e creativa con l’ambiente e le persone che li circondano. Per esempio, se un insegnante desidera che i bambini imparino a risolvere i problemi, li coinvolgerà in un problema reale; se desidera che il bambino socializzi, lo coinvolgerà personalmente in una relazione sociale. Questo significa che il bambino avrà sempre un ruolo attivo, nonché sara il protagonista assoluto del suo apprendimento e l'educatore non si sostituirà alla sua naturale voglia di apprendere ma lo accompagnerà seguendo i suoi ritmi. Crediamo che questo dia al bambino una più profonda visione di ciò che vive e incrementi in lui il desiderio di ricerca della verità.

 

BAMBINI E ADULTI HANNO PARI VALORE:

I bambini spesso hanno una visione più aperta delle cose, anche se ancora non si esprimono al meglio, le loro idee e osservazioni sono da considerare alla pari di quelle di un adulto anche se sul momento non ci sembrano adeguate. Per questo principio è importante dare loro spazio di scelta e iniziativa in ogni contesto scolastico, sempre nell'equilibrio della condivisione e collaborazione.

 

A CONTATTO DIRETTO CON LA SOCIETÀ:

Capita che giudichiamo la società in cui viviamo, dimenticando che noi siamo la società in cui viviamo, proprio perché ognuno di noi ne fa parte. Il contatto con essa è quindi fondamentale e ci permette di comprendere come

ognuno di noi può fare la differenza. Ogni miglioramento che pensiamo può essere messo in atto, ma non prima di averne compreso i valori.

 

OSSERVAZIONE E RICONOSCIMENTO DEL POTENZIALE:

L'osservazione è molte importante, ci permette di andare in profondità nelle cose, comprendendole al meglio. Farlo su se stessi può essere un po complicato, ma se l'insegnamento viene trasmesso fin da piccoli sarà un valore che il bambino si porterà dietro crescendo. Inoltre con l'osservazione di se ci si conosce meglio e così daremo più valore a chi siamo e al nostro potenziale.

 

RESPONSABILITÀ:

Questo significa essere responsabili per se stessi e non scaricare sull'altro le proprie responsabilità. Ma non solo, significa imparare a scegliere per se stessi e non farlo influenzati dall'esterno. Per fare questo, l'insegnamento più importante è quello della comprensione. Cercare di comprendere le cose, scavare in profondità, fare domande finché non siamo soddisfatti delle risposte. Insomma la ricerca della verità con coraggio e interesse per crescere, considerando che la vita siamo noi in prima persona a viverla.

 

CRESCITÀ PERSONALE:

La crescita personale qui è vista nel suo senso più ampio. È crescere sia fuori che dentro, prendendo in considerazione il bambino in ogni suo aspetto, Spirito, Anima, Mente, Cuore e Copro, cercando quindi di non trascurare niente per permettere un crescita più integra.

 

COOPERAZIONE TRA SCUOLA, INSEGNANTI E GENITORI:

Il nostro obbiettivo e creare una rete attiva e partecipativa tra scuola, educatori e genitori. Unire queste tre figure con l'obiettivo comune di sostenere sinergicamente lo sviluppo personale di ogni bambino. I genitori, in sintonia con i loro impegni personali, verranno invitati a partecipare ad attività scolastiche ed eventi, per cercare di ridurre il più possibile il distacco scuola-casa.

iNSEGNANTI E FORMAZIONE:

Gli educatori che partecipano al nostro progetto si impegnano quotidianamente a lavorare su loro stessi, permettendo così il raggiungimento degli obbiettivi scolastici. A tal proposito e stato creato un corso di formazione, al quale possono partecipare anche i genitori, che prevede il supporto al superamento dei conflitti personali,per riuscire ad essere più integri in se stessi e quindi trasmettere in modo più trasparente.

 

NEUROEDUCAZIONE:

La mente di un bambino e un universo ancora poco esplorato, ma crediamo fortemente che per una crescita personale armoniosa e necessario considerarne in modo profondo il suo funzionamento. Ognuno di loro apprende con modi e tempi diversi e affinché l'apprendimento possa avvenire non bisogna assolutamente obbligarli,costringerli o convincerli a fare qualcosa che non sono pronti ad affrontare. Per questo, ricreare un ambiente familiare, giocoso e allegro permette al bambino di rilassarsi e abbandonarsi ad un apprendimento attivo e non passivo.

 

HOMESCHOOLING:

Abbiamo un occhio di riguardo per i bambini Homeschoolers, lasciando loro le porte aperte per partecipare alle attività che organizziamo anche in modo non continuativo in base alla loro realtà di interessi e apprendimento.

Formazione Insegnanti

Il percorso di formazione Educo-io è un requisito necessario per gli insegnanti che vogliono far parte della scuola "I custodi di Terra", è aperto a tutti gli educatori/insegnanti ma anche ai genitori che vogliono intraprendere un cambiamento personale interiore per vivere al meglio la loro vita e quindi svolgere al meglio il loro ruolo.

Per fare questo, nel percorso verranno affrontate tematiche essenziali per una prima risoluzione dei traumi e dei conflitti e successivamente verranno dati gli strumenti per poter proseguire il proprio percorso in modo autonomo.

Gli incontri saranno quindi basati sulla crescita personale e porteranno l'accento sui traumi, sui conflitti, sulla comprensione delle proprie responsabilità, sull'osservazione di se, nonché su una pratica di condivisione essenziale per relazionarsi che chiameremo Ascolto-Comprendo-Spiego.

Visto la natura del percorso i partecipanti seguiranno degli incontri di gruppo e degli incontri individuali.

La formazione non è basata su un approccio psichiatrico o psicologico e quindi medico-paziente ma ricerca attraverso la condivisione ed alcuni metodi specifici di tirar fuori le capacità innate dell'essere umano a risolvere e superare i propri conflitti per poter esprimere al meglio il suo potenziale.

Il percorso di formazione prevede 7 tappe fondamentali che verranno affrontate in gruppo, con una durata che può variare a seconda della sessione scelta: rapida o approfondita. A questo si aggiungono gli incontri individuali che possono variare a seconda delle necessità, ma che di base sono 2: conoscitivo e pratico.

Programma Educo-io

PRIMA PARTE: Mi Riconosco

 

RESPONSABILITà: il primo grande passo alla comprensione e al miglioramento di se stessi. Si affronteranno i vari aspetti che ne derivano e come è possibile cambiare grazie a lei. Essere responsabili significa riconoscere la propria responsabilità in ogni circostanza ed agire di conseguenza per migliorare se stesi o la situazione. Forse qualcuno ha già cominciato a farlo, ma vedremo quanto è profonda questa realtà e quanto spesso ne fuggiamo. Inoltre sarà importante rompere lo schema della colpa: la responsabilità non è colpa.

OSSERVAZIONE: lo scopo è imparare ad osservarsi in modo più profondo possibile, ma anche costantemente. Ogni giorno abbiamo da imparare qualcosa e l'osservazione è la nostra miglior alleata. Inoltre sarà importante concentrarsi su uno scopo: Osservo per scoprire di cosa ho bisogno per migliorare.

INSEGNAMENTO: il messaggio che si nasconde dietro le esperienze che viviamo. L'intento è quello di imparare a raccogliere i propri messaggi, necessari al nostro benessere e miglioramento. Qui la comprensione è fondamentale e scopriremo quanti insegnamenti si celano dietro una singola esperienza o magari dietro degli atteggiamenti.

AZIONE: ciò che racchiude e che apre la strada agli incontri precedenti. Solo grazie all'azione possiamo cambiare, migliorare e crescere. È l'azione che ci permette di vivere pienamente ma è anche quella che mette in mostra il nostro percorso ed è per quello che spesso ci fa paura.

SECONDA PARTE: Mi approccio

 

ASCOLTO E ACCOGLIENZA: come ricevere, come ascoltare se stessi e gli altri, come accogliere ciò che ascoltiamo. L'universo dei bambini è spesso diverso da quello degli adulti e l'accoglienza della loro dimensione è fondamentale per la loro apertura. Inoltre ha valore anche se applicato in ogni altra sfera della vita. Essere accoglienti, essere in ascolto ci permette di entrare in contatto profondo con tutto quello che ci circonda e naturalmente anche con noi stessi.

MENTE: l'elaborazione interiore. Come ci rapportiamo alla nostra mente, come possiamo interagire con i nostri pensieri e come dare valore a ciò che è nel nostro centro. Comprendiamo quello che succede dentro di noi.

SENTIRE: per quanto l'atto di sentire sia simile ad ascoltare, qui si intende più come uno stato d'essere, quello che si vive quando si ama. L'intento è di riconoscere, scegliere e trasmettere in questo stato, partendo quindi dal proprio centro. C'è una grande differenza fra ciò che si può dire e ciò che è realmente importante dire.